PER I LEADER DI OGGI E DI DOMANI

PNL ORIGINALE, gli articoli

Programmazione Neuro Linguistica (PNL) con accreditamento scientifico

Corsi

I corsi di PNL e quelli che incorporano PNL e PNL Nuovo Codice

Guida gratis alla PNL

Accedi alla guida gratuita alla PNL della Scuola di Alta Formazione Talenti

Calendario corsi

Il calendario dei corsi di PNL e di PNL Nuovo Codice

Un pit-stop per ripartire di slancio

Questo articolo è riprodotto su gentile concessione di Strategie&Procurement, rivista nella quale è pubblicato nella rubrica "L'angolo del Coach".


Andrea Frausin parla di un semplice strumento per imparare a ricaricare le energie nei momenti in cui ne abbiamo la necessità.


Ci sono momenti in cui abbiamo la necessità di ricaricare le energie: ad esempio durante le intense giornate di lavoro quando abbiamo bisogno di essere al 100%, nel bel mezzo di un viaggio quando avvertiamo una forte stanchezza e abbiamo bisogno di una pausa, quando non riusciamo a prendere sonno, quando siamo in aereo o in treno o in metropolitana e vogliamo recuperare la lucidità,...


Praticando e praticando quanto troverete in questo articolo acquisirete l’abilità di entrare a piacere in uno stato di rilassamento talmente profondo da consentirvi di recuperare in 15 minuti quanto vi avrebbe richiesto circa due ore di sonno, provare per credere.


Attenzione: pur non avendo effetti collaterali anche quando assunto in “dosi importanti”, questo metodo non può sostituire il sonno!


Non vi inganni la semplicità della tecnica: è molto, molto efficace.

È progettata per facilitare ed agevolare un rilassamento anche profondo ed è funzionale a tale scopo. Ad un certo punto potrebbe essere complesso seguire le istruzioni e proprio in quel momento potrete abbandonarvi... al rilassamento, d’altra parte era proprio questo che stavamo cercando.


Usate la tecnica quando potete stare tranquilli e non dovete rispondere efficacemente a esigenze esterne per un certo periodo di tempo.

Se avete degli impegni mettetevi una sveglia, anche se molte volte potrete risvegliarvi esattamente nel momento desiderato.


Sedetevi (o sdraiatevi) comodamente (all’inizio, quando si apprende la tecnica, è molto utile in un posto tranquillo), e notate le sensazioni del vostro corpo. Cambiate la vostra posizione fino a che non vi sentite a vostro agio.


Iniziate a descrivere verbalmente (non necessariamente a voce alta) la vostra esperienza sensoriale, iniziando dall’esperienza visiva: create cinque frasi che descrivono la vostra esperienza visiva. Ad esempio, “vedo il computer aperto di fronte a me”, “vedo la parete color azzurro sulla mia sinistra”, ...


Se vi sentite ad un certo punto di chiudere gli occhi, in qualsiasi momento del processo, fatelo pure e continuate a descrivere l’esperienza interna (ad esempio il colore del riflesso della luce sulle vostre palpebre oppure l’esperienza visiva interna che vivete, come “vedo un cielo stellato sopra di me e alla mia destra un albero con foglie verdi e gialle”).


Partite dell’esperienza esterna per passare poi all’interno, nel momento in cui vi sentite di rivolgere la nostra attenzione verso il vostro mondo interiore, per poi proseguire in questo mondo anche nelle fasi seguenti.


Completate le cinque frasi di esperienza visiva, continuate con cinque frasi che descrivono la vostra esperienza uditiva, anche in questo caso esterna (suoni che arrivano dal mondo circostante) oppure interna (suoni dell’esperienza che vivete internamente).


Completate le cinque frasi di esperienza uditiva, passate a cinque frasi che descrivono la vostra esperienza tattile o le sensazioni interne (cinestetica).

Terminate le cinque frasi di esperienza cinestetica, ritornate all’esperienza visiva, questa volta dicendo verbalmente quattro frasi che descrivono tale esperienza. E proseguite così, quattro frasi di esperienza uditiva, quattro frasi di esperienza cinestetica.


E poi tre, tre, tre...


Qualcuno dei lettori potrebbe essere già rilassato e quindi consiglio di vivere pienamente questa esperienza, evitando di proseguire nel processo che ha già prodotto il risultato per cui è stato progettato.


Per gli altri due, due, due...


Una, ... Quando ritornate nel “qui ed ora”, dopo esservi rilassati, prendete contatto con le sensazioni tattili esterne del vostro corpo, riportando progressivamente la vostra attenzione all’esperienza esterna e godetevi la riacquisita lucidità.





Clicca qui sotto per ritornare alla home page di PNL Originale

Vedi i dettagli
Esaurito